Davanti e Oltre la Soglia

M.Giammarco – Andrea Centazzo – Vista RCA- 1974

Maurizio Giammarco (saxes, perc. electronics, piano)
Andrea Centazzo (drums, percussions)

Questo disco giovanile in duo, cofirmato col percussionista Andrea Centazzo (affermatosi in seguito come rigoroso musicista di ricerca multimediale, e conosciuto tramite Giorgio Gaslini), documenta un effettivo periodo di sperimentazione avvenuto in Friuli a varie riprese nello studio campagnolo di Andrea. Documenta anche il sorprendente (anche se minuscolo) spazio che alcune major davano al fenomeno della musica di ricerca in quel periodo, anche se tramite etichette sussidiarie (qui c’è ancora lo zampino del compianto Vincenzo Micocci, cui si deve anche la paternità del disco dei Blue Morning): un chiaro segno dei tempi, che oggi farebbe sorridere qualunque manager. La Soglia (valicata o meno) alla quale allude il titolo è ovviamente quella dell’idioma jazzistico. In questo disco di jazzistico c’era solo il nostro (soprattutto mio) background musicale. Per il resto l’obiettivo era di creare una musica nuova ed estranea a qualsiasi collocazione, con molta improvvisazione estemporanea, e qualche suggestione minimalista, suggerita dall’arrivo dei pionieri di questo genere (che mi impressionarono molto) alla galleria l’Attico di Roma, grazie al fiuto pioneristico di Fabio Sargentini.

­­­­

­­­­­­­­­